Vegan Erbazzone / Erbazzone vegano

Vegan Erbazzone - Erbazzone vegano 1

Erbazzone is gastronomic specialty typical of Reggio Emilia, a savoury pie filled with boiled beets, egg, shallot, onion, garlic and Parmesan cheese. The first time I ate this delicacy was thanks to our neighbour, Nicoletta. Countless erbazzoni were eaten the following years, with Nico kindly bringing us a tray when returning from Reggio or simply when she baked a bigger batch. Then Nico moved. It was by chance that I met her recently and along with my mother we sat down to drink a tea and update ourselves on the latest news. The discussion eventually moved to the subject of food intolerances, one subject that does alarmingly come out too much often nowadays. Among other things Nico told me that her mother, to meet new needs regarding to food, has come up with a vegan recipe for erbazzone. Nico offered me a slice the following week when we met to have another tea together and kindly passed on to me her mother’s recipe. A heartfelt thanks to her and her mother, Rosa. This pie goes right in the top ten of my favourite snacks and lunches. For this version I omitted the herbs, not for a matter taste but because unfortunately I found myself baking it on January 6th without checking out the pantry and therefore without herbs! To learn more about the beneficial properties of spinach, chard, tofu, spring onions, garlic I refer you to external cards you can click directly on the name of the ingredients.

Vegan Erbazzone (recipe by Rosa Ferri)
Makes a round baking pan, diameter 26 cm

Dough
200g wholemeal flour
125 ml water
3 tablespoons sunflower oil
3 g salt

Mix all the ingredients for the dough and let stand two hours.

Filling
350 g fresh spinach
380 g fresh beets
150g tofu loaf
2 spring onions (preferably red)
2 tablespoons breadcrumbs
1 small clove garlic, minced
1/2 nut plant
2 tablespoons sunflower oil
1 pinch of salt
dried marjoram and parsley

extra virgin olive oil for brushing

Boil the chard in salted water, immersing the stalks only.
After 10′ immerse the leaves, put the spinach to blanch and boil both 5′.
Drain, let cool and chop all (apart from the stalks).
Chop the spring onions, separating the white part from the green.
Cook the whites with a pinch of salt for 5′, then add a little water and the green part of the spring onions and cook for a further 5′.
Add the vegetables, nut, garlic, breadcrumbs and dried herbs (marjoram and parsley to taste).
Blend tofu with its water and sunflower oil, until you get a smooth cream.
When the vegetables are completely cold add to the tofu.
Divide the dough in half and roll out one disk of dough large enough to fit into the pan and cover the edges.
Fill the dough disc with all the stuffing and close with a second disc, sealing the edges well.
Prick the surface of the dough with a fork and brush with olive oil.
Bake in a preheated oven at 180° C for 45′ or until the dough of the top disk is golden brown.

Vegan Erbazzone - Erbazzone vegano 2

Erbazzone vegano

L’erbazzone è una specialità gastronomica tipica di Reggio Emilia, una torta ripiena di bietole lesse, uovo, scalogno, cipolla, aglio e Parmigiano-Reggiano. La prima volta che ho mangiato questa delizia è stata grazie ad una nostra vecchia vicina di casa, Nicoletta. Non si contano gli erbazzoni mangiati gli anni successivi, che gentilmente Nico ci portava quando di rientro da Reggio o semplicemente quando ci scappava qualche teglia in più. Poi Nico si è trasferita, la vita cambia e ci si perde un poco di vista. È stato per caso che l’ho incontrata recentemente e ci siamo fermate un attimo io, lei e mia madre a bere un thé ed aggiornarci sulle ultime novità. Parla che ti riparla saltano fuori discorsi di intolleranze e diete, beh…come sfondare una porta aperta. Tra le altre cose Nico mi rivela che sua madre, per venire incontro alle sue nuove esigenze alimentari, ha pensato ad una ricetta vegana. Una delizia che Nico stessa mi ha offerto la settimana seguente quando ci siamo trovate per bere un thé, e della quale mi ha gentilmente passato la ricetta. Un grazie dal profondo del cuore a lei e a sua madre, Rosa. Questa torta entra subito nella top ten degli spuntini e dei pranzi veloci preferiti. Per questa versione ho omesso le erbette, non per gusto personale ma perché purtroppo mi son trovata a cucinare il 6 di gennaio senza aver controllato la dispensa e dunque senza erbe aromatiche! Per saperne di più sulle proprietà benefiche di spinaci, bietole, tofu, cipollotti, aglio, vi rimando alle schede esterne cliccabili direttamente sul nome degli ingredienti.

Erbazzone vegano (ricetta di Rosa Ferri)
x una teglia rotonda dal diametro di 26 cm

Impasto
200 g farina integrale
125 ml acqua
3 cucchiai olio di semi di girasole
3 g sale marino

Impastate tutti gli ingredienti per la pasta e lasciare riposare due ore.

Ripieno
350 g spinaci freschi
380 g bietole fresche
150 g tofu in panetto
2 cipollotti (meglio se rossi)
2 cucchiai pangrattato
1 spicchio di aglio piccolo, tritato
1/2 dado vegetale
2 cucchiai olio semi di girasole
1 pizzico di sale
maggiorana e prezzemolo essiccati

olio evo per spennellare

Far cuocere le bietole in acqua bollente salata, immergendo prima le coste.
Dopo 10′ immergete anche la foglia, mettete a sbollentare anche gli spinaci e fate cuocere 5′.
Scolate, fate raffreddare e tritate il tutto (senza le coste).
Con una mezza luna tagliate i cipollotti separando la parte bianca dalla parte verde.
Fate cuocere il bianco con un pizzico di sale per 5′, poi aggiungete un po’ di acqua e il verde e cuocete per ulteriori 5′.
Unite la verdura, il dado, l’aglio, il pangrattato ed eventualmente le erbe essiccate (maggiorana e prezzemolo quanto basta).
Frullate il tofu con la sua acqua e l’olio fino ad ottenere una crema omogenea.
Quando le verdure sono completamente fredde unitele al tofu.
Dividete l’impasto a metà e stendete un disco di impasto sufficientemente largo da stare nella teglia e coprire anche i bordi.
Riempite il disco di pasta con tutto il ripieno e richiudete con un secondo disco, sigillando bene i bordi.
Bucherellate la superficie dell’impasto con una forchetta e spennellate il disco con olio evo.
Cottura in forno preriscaldato a 180° C per 45′ o finché la pasta del disco superiore è ben dorata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...