The reasons why I’m shutting off this blog / I motivi per i quali chiudo questo blog

brown may29 closed post

Sometimes you just have to let go. At the age of 34 I may be starting to learn. Maybe. I have tried, in my own way, to stick to a lifestyle which has very little to do with who I am. The routine, the rigidity, it’s almost ascetic quality. I fell into a downward spiral of boredom, of never changing taste, of mushy textures and dull colours. I know it’s my own fault too, macrobiotic I guess it’s also what you make of it. But it takes time, money and devotion. All of those three qualities I lack. Now I feel drained and want to fulfil my wildest dream. That of opening the fridge and reaching for a yogurt. Yes, a goddamn yogurt. Crumble a biscuit and dice an orange into a bowl, scoop glorious mounds of white and creamy greek yogurt on top and lusciously stir. Almost pornographic.

Almost a month ago I went to Bern for yet another check out. Things are not getting better. Sure, I’m not sticking 100% to the macro diet, but in the end I had to choose between my physical or my mental health. I chose the latter and don’t regret it. Sipping on my cup of black tea, which I hadn’t enjoyed with such a relaxed and guilt free attitude for a long time, I know this is the right choice. It never felt 100% right, even though my body was healing itself. This is not my true voice and I don’t want to keep on lying to myself and to other people following me. Forgive me, but I’m turning my back on this blog and going back to my true and only love, bread.

I will still enjoy macrobiotic meals, probably more than I imagine, but I won’t be sipping on remedies and worrying about that tomato sauce pasta I had last night, no sir. Surely I won’t keep stressing about keeping a blog for the sake of it, to convince myself going macro is the best thing to do. Not for me. A little refined sugar and white flour won’t kill me, surely it will put a smile back on my face. Be true to your own voice, no matter what that’s always the best thing you can do for yourself. Peace and love to you all ❤

brown may29 closed post

A volte bisogna avere il coraggio di lasciare la presa. All’età di 34 forse sto cominciando a imparare… Forse. Ho provato, a modo mio, di attenermi a uno stile di vita che ha ben poco a che fare con la mia vera natura. La routine, la rigidità, la qualità quasi ascetica della disciplina macrobiotica non fanno per me. Sono caduta in una spirale di noia, di gusti sempre uguali, di texture blande e di colori spenti. Lo so che sicuramente è anche colpa mia, in fondo credo che la macrobiotica sia anche ciò che ne facciamo noi stessi. Ma ci vogliono tempo, denaro e devozione. Tutte queste tre qualità mi mancano. Ora mi sento svuotata e voglio solo realizzare il mio sogno più proibito. Quello di aprire il frigo e agguantare uno yogurt. Sì, uno yogurt… Sbriciolare un biscotto e tagliare a pezzetti un’arancia, metterli in una ciotola e versarci sopra dei gloriosi cumuli di yogurt greco bianco e cremoso, mescolando con lussuria. Un’immagine quasi pornografica.

Quasi un mese fa sono stata a Berna per un altro controllo. Le cose non stanno migliorando. Certo, non sto aderendo al 100% alla dieta macrobiotica, ma alla fine la scelta è stata tra il mio benessere fisico e la mia salute mentale. Ho scelto la seconda e non me ne pento. Sorseggiando la mia tazza di tè nero, che per mesi non ho avuto modo di assaporare con un atteggiamento rilassato e privo di sensi di colpa, so che questa è la scelta giusta. Non ho mai sentito questa scelta come quella giusta per me, anche se il mio corpo stava guarendo. Questa non è la mia vera voce e non voglio continuare a mentire a me stessa e ad altre persone che mi seguono. Perdonatemi, ma giro le spalle a questo blog e torno al mio unico vero amore, il pane.

Sono sicura che mi alimenterò ancora per la maggior parte con pasti macrobiotici, probabilmente più di quanto mi immagino, ma non passerò gran parte del mio tempo a sorseggiare rimedi e preoccuparmi per la salsa di pomodoro con la quale ho condito la pasta che ho mangiato ieri sera, nossignore. Sicuramente non mi sforzerò a tenere un blog per il gusto di farlo, per convincermi che la scelta di una vita 100% macro è la cosa migliore da fare. Non fa per me. Un po’ di farina raffinata e di zucchero bianco non mi uccideranno, ma sicuramente sapranno mettere un sorriso sul mio volto. Sii fedele alla propria voce, non importa cosa che è sempre la cosa migliore che si può fare per te stesso. Pace e amore a voi tutti ❤

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...